Zimbabwe

Zimbabwe

Donne al lavoro!

La distribuzione di strumenti per la pulizia è fondamentale per prevenire il contagio

 

Il lavoro delle donne è fondamentale per la produzione di cibo per la comunità. Da sempre siamo noi a occuparci della coltivazione, lavorazione e vendita dei prodotti agricoli.

Per questo motivo dobbiamo essere noi a occuparci delle norme di sicurezza, di sensibilizzare e di promuovere la prevenzione del Covid-19. La pandemia è una disgrazia per il paese e per la nostra vita, ma questo non vuol dire che non dobbiamo rimboccarci le maniche e dimostrare ancora una volta che le donne sono uno dei motori di sviluppo e crescita. 

Adesso tutti chiedono il nostro aiuto, è importante che ricordino il nostro impegno anche quando questa crisi sarà passata”.

Janet, 43 anni

 

Anche lo Zimbabwe è stato duramente colpito dalla pandemia di Coronavirus. Per promuovere le corrette pratiche di igiene e di prevenzione del contagio abbiamo dato supporto e formato gruppi di donne nella provincia di Matabeleland North.

Il lavoro di Janet e delle sue colleghe informa sui rischi del
Covid-19offre materiale sanitario e formazione sul distanziamento sociale e uso delle mascherine. 

Il 60% dei coltivatori della zona sono donne e avere una squadra femminile che si occupi di sensibilizzazione e formazione aiuta a creare un clima di fiducia e condivisione. Più di 1.000 famiglie hanno anche ricevuto kit alimentari d’emergenza. 

Numeri che contano
 
Presenti nel paese dal: 2006

Progetti italiani di sostegno a distanza attivi: 5

Bambini sostenuti a distanza: 4.146

Aiuti alimentari
a oltre: 1.000 famiglie

Persone coinvolte in attività di sensibilizzazione sulla violenza di genere: 4.000

Distribuzione di kit igienici e assorbenti a: 900 donne e ragazze

Numeri che contano
 

Presenti nel paese dal: 2006

Progetti italiani di sostegno a distanza attivi: 5

Bambini sostenuti a distanza: 4.146

Aiuti alimentari
a oltre: 1.000 famiglie

Persone coinvolte in attività di sensibilizzazione sulla violenza di genere: 4.000

Distribuzione di kit igienici e assorbenti a: 900 donne e ragazze

Vincere la siccità

Mavis prepara i suoi prodotti prima di andare al mercato

 

Mi dicevano che dovevo andare in città a cercare lavoro, ma io ho preferito lavorare la terra e rimanere a casa. Sono stata formata da ActionAid sulle tecniche di coltivazione e riesco a ottenere dei buoni raccolti anche in tempi di siccità perché so quando poter seminare le piante in base alla stagione e alla situazione ambientale. Sono tutti molto stupiti del mio successo come coltivatrice.

Purtroppo, il Covid-19 ha reso molto difficile la vendita dei miei prodotti e se un tempo riuscivo a mettere dei soldi da parte adesso non è più così. Anche con i documenti in regola per andare nei mercati, i poliziotti mi chiedono soldi o cassette di verdura per passare e sono obbligata a darglieli. I posti di blocco sono un vero problema per la mia attività. Ma riesco ad affrontare le siccità di Mutoko. Affronterò anche questo”. 

Mavis, 25 anni

 

La coltivazione è spesso solo di sussistenza nel distretto di Mutoko e pochi anziani lavorano la terra. La maggior parte dei campi sono abbandonati e le frequenti siccità rendono difficile ottenere raccolti se non si conoscono le giuste pratiche agricole. 

Mavis è una delle donne che ha partecipato ai corsi di formazione agricola che abbiamo tenuto nell’area e che hanno permesso a molti giovani di non abbandonare le loro case in cerca di lavoro. 21 donne hanno avviato attività agricole di successo e questo ha spinto altre donne ancora a voler intraprendere lo stesso percorso con noi.