Guatemala

Guatemala

Vogliamo tornare a lavorare!

Il figlio di Claudia studia a casa con la mamma 

 

Con la pandemia non posso più lavorare. Un tempo lavavo e stiravo i vestiti per delle persone, ma adesso che i bambini non vanno più a scuola e non hanno bisogno delle divise e la maggior parte della famiglia passa le giornate in casa non c’è più bisogno del mio aiuto. 

Viviamo dell’assegno di mantenimento che ci passa il mio ex marito, ma ho difficoltà ad arrivare a fine mese. I miei bambini hanno bisogno di mangiare e di studiare e crescendo sempre di nuovi vestiti. Inoltre, in questa situazione i negozianti che un tempo mi facevano credito adesso non vogliono più farlo. Con l’aiuto di ActionAid ho pagato i debiti e fatto un po’ di scorte. Speriamo che questo virus passi in fretta e si possa tornare a lavorare!”. 

Claudia, 27 anni

 

ActionAid ha condotto ricerche sui nuclei familiari più vulnerabili ed esposti al contagio individuando 3.055 famiglie fragili ai quali sono stati distribuiti kit igienici, assistenza sanitaria e supporto psicologico. La perdita di lavoro per molte famiglie ha determinato un grave impoverimento e la chiusura delle scuole ha reso più complicato per i genitori la ricerca di nuove attività produttive.  

Numeri che contano
 
Presenti nel paese dal: 1997

Progetti italiani di sostegno a distanza attivi: 3

Bambini sostenuti a distanza: 3.885

Acquisto di nuovi banchi e sedie per la scuola di 1 comunità

Distribuzione di kit igienici e aiuti alimentari a: 3.055 famiglie
Mi piace la scuola, ma non le sedie!

Margaret seduta al suo nuovo banco

 

 “Mi piace andare a scuola. Mi piace studiare la matematica e seguire le lezioni, ma è sempre stato così scomodo. La nostra scuola è molto vecchia e tutto è un po’ rotto. I banchi erano proprio antichi e sbilenchi, le sedie non c’erano proprio e ognuno di noi si portava la sedia da casa. La mia era fatto di legno recuperato su in montagna ed era scomodissima. 

Adesso che ActionAid ci ha portato i nuovi banchi e le sedie sembra proprio un’altra la classe e studiare mi sembra sia più bello. Di sicuro ci sediamo a lezione più contenti!.

Margaret, 10 anni

 

La comunità di San Miguelito si trova nella regione più a sud della municipalità di Elestor Izabal. La popolazione è a maggioranza di discendenza Maya. Nella regione l‘accesso ai servizi basilari come acqua, elettricità, sanità e istruzione è molto discontinuo e molte famiglie hanno difficoltà a mandare i figli a scuola. Il livello di analfabetismo raggiunge quasi il 20%, con le bambine che toccano quasi il 25%. L’acquisto di 112 nuovi banchi e sedie per le classi e altro materiale scolastico ha migliorato il benessere degli studenti e il generale tasso di frequenza delle lezioni.